CyanogenMod 14

CyanogenMod 14: Nougat per RedMi Note 3 Pro

Guide, Modding, Recovery, ROM, Smartphone, Xiaomi

Dopo nemmeno un mese dal rilascio ufficiale di Nougat 7.0 sui dispositivi Nexus, 2 sviluppatori di XDA hanno già pubblicato una versione non ufficiale della CyanogenMod 14 per lo Xiaomi RedMi Note 3 Pro. Vediamo in questo articolo la situazione dello sviluppo e come installarla.

CyanogenMod 14

CyanogenMod 14: Versione Android

Come già sapete, la CyanogenMod 14 è basata sulla  versione 7.0 di Android, cioè l’ultima disponibile.

Le novità principali sono il Multi-Windows, che vi consentirà di utilizzare 2 app contemporaneamente sullo schermo, e l’ottimizzazione della batteria attraverso “Doze“, cioè il software che Google ha ideato inizialmente per MArshmallow, ma ottimizzandolo su Nougat. Tutto questo lo troverete nella CM14.

CyanogenMod 14: Situazione di sviluppo

La versione che vi suggerisco è quella dello sviluppatore TheStrix, che ha fin’ora ottimizzato al meglio sia la batteria che il software in generale. Essendo  una versione “Beta” e non essendo ufficiale, questo developer ha fatto un ottimo lavoro. Di seguito potete vedere cosa funziona in questa ROM:

  • Boots
  • RIL (Calls, SMS, Data)
  • Fingerprint (FPC1020 only)
  • Wi-Fi
  • Bluetooth
  • Camera (Image Capture only)
  • Video Playback
  • Audio
  • Sensors
  • Flash
  • LED
  • GPS

Come vedete, il sistema in generale funziona e dai vari test, gira bene. La giovinezza di questa ROM, porta con sè alcuni BUG, che vi riporto qui di seguito:

  • Video recording (Non potrete registrare video con la fotocamera dello smartphone, bug comune nelle prime versioni delle ROM )
  • SELinux is permissive (Questo, il SELinux viene messo tra i Bug solamente perchè il suo stato non può essere cambiato)

Tutti i bug noti, quelli precedentemente elencati, sono bug che sicuramente nelle prossime versioni saranno risolti.

Fonte  XDA

CyanogenMod 14: Informazioni aggiuntive

Xiaomi, nel suo Kenzo, ha montato diversi tipi di hardware, cioè sono presenti 2 modelli di Finger Print, i quali sfruttano driver differenti per poter funzionare. Questo è l’ostacolo più grande per i developer del Redmi in questione, perchè (fin’ora) è raro che entrambi funzionino, anche avendo le guste accortezze. In questo  caso, solo il FPC1020 è compatibile con questa ROM.

CyanogenMod 14: Guida all’installazione

Cosa ci serve

  1. Bootloader sbloccato (QUI la guida)
  2. TWRP (QUI la guida);
  3. ROM CyanogenMod 14 da flashare (QUI il download, scegliete l’ultima versione disponibile);
  4. GAppps (QUI il download, dovete scaricare la versione adatta come in foto);CyanogenMod 14
  5. BaseBand (Qui il download, scegliete l’ultima versione disponibile).
Importante: La ROM, le GApps e i vari Add-Ons devono essere .zip

Se avete tutto, possiamo continuare.

Istruzioni

Nota:
Se non avete il file della ROM, e quello degli Add-On, in formato .zip, non potrete continuare.
Prima di arrivare al punto 5, si consiglia di programmare un backup dei vostri dati.

Iniziamo con la guida:

Fase 1: Preparazione

  1. Assicuriamoci che lo smartphone abbia almeno il 70% di batteria, visto che il procedimento è parecchio energivoro.
  2. Colleghiamo lo smartphone al PC, all’interno della SD create una nuova cartella, che vi servirà anche nei futuri aggiornamenti, e chiamatela “XROM” in modo da riconoscerla. Se non avete la SD createla nella memoria interna del dispositivo, cambierà solo di poco il procedimento.
  3. Trasferiamo il file della CyanogenMod 14 all’interno di questa cartella (trasferite anche gli Add-On secondari), mantenendone il nome (ES:cm-14.0-20160913-UNOFFICIAL-kenzo.zip). Una volta completato il tresferimento del file, spegniamo il dispositivo.

Fase 2: Installazione

  1. Per entrare in recovery utiliziamo la combinazione di tasti apposita, cioè tasto Accensione + il  tasto del Volume Su e manteniamoli premuti fino alla comparsa del logo “Mi”. A questo punto rilasciamoli ed entreremo in Recovery Mode.
  2. Prima del flash della ROM dovremmo andare a fare il reset del dispositivo: Perderete tutti i dati delle applicazioni etc… Vi consiglio, quindi, di fare un backup prima di continuare.
    Per effetture il reset, tappiamo su “Wipe” ed effettuiamo lo “Swipe to Factory Reset” che trovate in basso. Alla fine del processo, tappiamo su “Back” finchè non troviamo lapossibilità di tappare su “Advance Wipe”, quando trovate l’opzione, tappateci sopra. Qui selezioniamo le voci: Data – Caches – Dalvik – System e Internal storage (solo se avete i file nella SD esterna), una volta fatto, effettuiamo lo “Swipe to confirm Wipe”. A termine yappiamo su Back e poi col tasto indietro dello smartphone, torniamo alla Home della recovery.
  3. Tocchiamo poi su “Install” perchè è l’effettivo momento di flashare la ROM. Appena si aprirà la schermata, tappiamo su “Storage” e selezioniamo “Internal Storage” se la cartella precedentemente creata si trova nella Memoria interna dello smartphone, altrimenti scegliamo “External Storage”.
  4. Cerchiamo la cartella XROM, che contiene il file della ROM. Una volta trovata, tocchiamola. All’interno troveremo il file da Flashare.
  5. Tappiamo sul file della BaseBand, successivamente tappiamo su “Add more zip” e selezioniamo, in sequenza, i file rimanenti in quest’ordine:
    1. ROM
    2. GApps
    Una volta selezionati tutti e 3 i file, effettuiamo lo “Swipe to confirm Flash” ed attendiamo.
    Quando il processo sarà terminato, tappiamo su “Wipe caches and Dalvik” ed effettuiamo lo “Swipe to wipe” ed attendiamo la fine del processo.
  6. Una volta fatto tutto questo, tappiamo su “Reboot System”.
    Vi compariranno 2 messaggi,

    1. il primo per il ROOT, tappiamo quindi su “Do not Install”.
    2. Il secondo, invece, vi chiederà di modificare la Recovery, per poter riavviare il dispositivo: effettuiamo lo “Swipe to disable Stock Recovery”.
  7. Il telefono così si riavvierà, effettuando così il primo avvio, perciò durerà circa 5 minuti.
    Appena si accenderà, ed avrete fatto la fase di preparazione, potrete iniziare ad utilizzare il vostro smartphone.

CyanogenMod 14: Considerazioni finali

Dopo aver parlato dei bug e della fase di sviluppo e di avervi dato una breve guida per l’installazione, i sembrava opportuno avvertirvi che, essendo una versione beta basata su una versione ancora instabile, anche sui dispositivi che l’hanno già ricevuta ufficialmente (Nexus 5X, Nexus 6P etc..), potrete incorrere in bug e situazioni anche pesanti (ES: potrebbe non funzionare la rete dati in determinate situazioni etc…), quindi vi consiglio di effettuare un backup completo della ROM da recovery prima di procedere al flash.

Christian Giacomelli
Seguimi!

Christian Giacomelli

Amante del mondo Android da quando, nel 2013, ho acquistato il mio Galaxy S4 con cui ho sperimentato tutte le Custom ROM disponibili. Ora possiedo uno Xiaomi RedMi Note 3 Pro con cui porto avanti la passione del Modding. Founder di Android Geek Italia.
Christian Giacomelli
Seguimi!

Latest posts by Christian Giacomelli (see all)

Continua a seguirci sui nostri canali social. Rimani aggiornato su altre iniziative, le ultime recensioni, le offerte ed i tutorials.

[ PAGINA FACEBOOK ] [ GRUPPO FACEBOOK ] [ TWITTER ]

[ INSTAGRAM ] [ TELEGRAM ] [ YOUTUBE ]