Xposed Framework

[GUIDA] Installare Xposed su Android Lollipop e Marshmallow

Guide, in evidenza, Modding
Salvatore Palella

Salvatore Palella

Sono uno studente fin da piccolo appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, in particolare l'informatica.
Salvatore Palella

Latest posts by Salvatore Palella (see all)

Una delle ragioni principali per cui molti utenti scelgono Android è per la sua completa personalizzazione.
Ogni giorno migliaia di sviluppatori lavorano su progetti complessi per cambiare radicalmente la versione standard di questo sistema operativo. Xposed Framework è un tool adatto a tutti, che porta il modding sul nostro device Android modificando solo le parti di codice necessarie.

Cos’è Xposed Framework

Apportare modifiche ad Android spesso e volentieri può causare problemi, molte volte irreparabili, inoltre bisogna avere un minimo di conoscenza nel campo, ma qui nasce Xposed Framework, che porta il modding a livelli accessibili anche ai meno esperti, con un paio di semplici tocchi sarà infatti possibile apportare modifiche grafiche e funzionali al nostro robottino verde.

Xposed Framework consente di modificare solo la parte di codice che ci interessa, senza effettuare cambiamenti radicali.

Come si usa

Il suo funzionamento non è complicato, anzi, come dicevo prima è adatto anche ai meno esperti.

Per prima cosa bisogna installare la giusta versione (ne parleremo dopo nella guida). Una volta completata l’installazione dall’app troveremo una lunga lista di moduli (ovvero i componenti che personalizzeranno il nostro smartphone) da installare.

Xposed Framework: Rischi ed effetti collaterali

Xposed InstallerNonostante Xposed sia un tool semplice e collaudato, in alcuni casi la sua installazione può portare il dispositivo in bootloop (ovvero un ciclo in cui mostra la schermata di accensione e poi si riavvierà da solo, senza mai avviarsi).

Però c’è anche una buona notizia, ovvero che sono problemi risolvibili, basterà infatti un reset o ripristinare il firmware originale per ripristinare il dispositivo.

Il Framework ha dato alcuni problemi (bootloop) su versioni personalizzate di Android (come la Sense o la TouchWiz), quindi fate particolarmente attenzione.

A proposito di ciò:

*** Attenzione: la procedura è a vostro rischio e pericolo. Né io né Android Geek Italia ci assumiamo la responsabilità per eventuali danni al vostro dispositivo ***

Come Installare Xposed Framework su Android Lollipop e Marshmallow

Se non vedete l’ora di installare Xposed Framework continuate a leggere la nostra guida, seguitela con attenzione per evitare problemi.

Prerequisiti
  • Bisogna conoscere l’architettura del vostro dispositivo per proseguire, quindi:
    • scaricate l’app “Info” dal Play Store (link)
    • apritela e cliccate su Device e leggete la voce nel riquadro First Instruction Set.
      Architettura
  • Questa guida richiede inoltre i permessi di root e che sia installata una custom recovery.
    (Dalla quale potrete effettuare un NANDROID backup per risolvere problemi in caso di bootloop).
  • Abilitate l’installazione delle app da fonti sconosciute:
    • andate in Impostazioni > Sicurezza
    • abilitate Origini sconosciute (in alcuni dispositivi la voce può trovarsi con un nome diverso, ad esempio Fonti sconosciute).
Download

Abbiamo bisogno di due download:

  • Framework (leggi sotto quale scaricare) – xposed*.zip
  • APK (per gestire il tutto) – XposedInstaller_*.apk

I download potete trovarli al thread ufficiale su XDA, dove verranno costantemente aggiornati.

Per quanto riguarda il Framework dovete scaricarlo in base alla vostra versione Android:

  • SDK21 per Android 5.0 (Lollipop)
  • SDK22 per Android 5.1 (Lollipop)
  • SDK23 per Android 6.0 (Marshmallow)

E in seguito scegliere il tipo di architettura del vostro smartphone (ricordate quello che abbiamo trovato poco fa con l’app Info?).

Xposed    Moduli

Procedimento

Ora passiamo alla guida vera e propria, mi raccomando. Massima attenzione!

  1. Spostate i file scaricati nella memoria interna del vostro smartphone.
  2. Entrate nella custom recovery (scopri come su Google).
  3. Selezionate Install zip from SD (il nome anche questa volta potrebbe essere diverso).
  4. Cercate il Framework scaricato poco fa (xposed*.zip) cliccandoci.
  5. Lo smartphone si riavvierà in automatico (restate calmi, occorrono 5/10 minuti al primo avvio. Bisogna ottimizzare tutte le app).
  6. Quando il dispositivo si sarà avviato, installate l’apk (XposedInstaller_*.apk) e riavviate di nuovo.
  7. Avete installato con successo Xposed Framework.

Non vi resta che aprire l’app per controllare che tutto funzioni. Iniziate a scaricare i vostri moduli preferiti (li trovate nella sezione Download).

Ora potrete personalizzare il vostro dispositivo. In caso vogliate disinstallare Xposed, tra i download trovate l’unistaller. Se avete dubbi non esitate a contattarci tramite commenti.

Continua a seguirci sui nostri canali social. Rimani aggiornato su altre iniziative, le ultime recensioni, le offerte ed i tutorials.

[ PAGINA FACEBOOK ] [ GRUPPO FACEBOOK ] [ TWITTER ]

[ INSTAGRAM ] [ TELEGRAM ] [ YOUTUBE ]

  • Gianluca Rozzani

    Articolo copiato, segnalo

    • Salvatore Palella

      Ciao, la tua è un’accusa molto pesante. Spero abbia buone fondamenta, pertanto ti chiedo di citarmi la fonte.

    • Nino

      E segnala, però dimostralo se è come dici tu

  • Pingback: Xposed: Guida ai migliori moduli per Lollipop & Marshmallow()