Huawei P9 Plus

Huawei P9 Plus: La recensione completa di Android Geek Italia

Android, in evidenza, Recensioni, Smartphone

Huawei P9 Plus

Huawei P9 Plus
8.7

Prestazioni

9/10

    Qualità costruttiva

    9/10

      Hardware

      9/10

        Autonomia

        9/10

          Prezzo

          8/10

            Pros

            • Materiali costruttivi
            • Qualità Foto
            • Ergonomia
            • Display
            • Batteria

            Cons

            • Qualità registrazione video sotto le aspettative
            • Display
            • Prezzo

            Dopo aver scoperto insieme a voi il P9 e recensito il P9 lite di Huawei,andiamo a conoscere più da vicino anche questo Huawei P9 Plus , uno smartphone che grazie alla sue dotazioni hardware ha tutte le carte in regola per essere un vero top di gamma. Scopriamolo  insieme nella nostra recensione.

            Huawei P9 Plus: Design e Materiali

            Il design del P9 Plus è del tutto identico a quello del Huawei P9. Due le varianti di colore, questo Quartz Gray e Ceramic White.

            Ovviamente aumentano le dimensioni che non sono adatte a tutti (152.3 x 75.3 x 7 mm) e il peso di 162 grammi che va un po’ a penalizzare l’ergonomia del dispositivo. Ergonomia già messa a dura prova dalle dimensioni ma, a differenza del P9, l’effetto satinato della scocca posteriore ne aumenta il grip e dona una sensazione al tatto molto piacevole.

            Anche su questo P9 Plus, Huawei ha implementato una funzionalità software che facilita l’utilizzo con una sola mano ancora più utile su questo dispositivo. I materiali di Huawei P9 Plus sono ovviamente di prim’ordine: sul fronte troviamo il vetro protettivo Gorilla Glass 4 con una conformazione 2.5D e anche sul retro troviamo una piccola banda in vetro che protegge le due fotocamere.
            Le finiture lucide esaltano i dettagli costruttivi veramente notevoli con cui è realizzato,  non c’è un millimetro che non sia curato e pregiato.

            Grande si, non c’è dubbio ma, considerando la dimensione del display, possiamo considerare P9 Plus come uno dei migliori smartphone in quanto a ottimizzazione degli spazi.

            Huawei P9 Plus : Display

            P9 Plus diplayIl display del P9 Plus è un AMOLED da 5.5 pollici di diagonale con risoluzione FullHD da 1920×1080 pixel ed una densità di circa 401ppi.

            Elevata la resa cromatica ed il contrasto di questo pannello di cui possiamo anche andare regolare la temperatura del colore ed impostare una modalità che ne aumenta la saturazione. Ottima la visibilità all’aperto, grazie anche al rivestimento oleofobico del vetro anteriore, la sensibilità ed angoli di visione particolarmente ampi. 

            Huawei P9 Plus è dotato anche di tecnologia press touch, che permette al device di percepire la pressione esercitata sul vetro protettivo. Grazie a questa caratteristica potremo agire su diversi shortcut premendo sulle icone di alcune applicazioni al momento solo quelle di sistema, avremo poi la possibilità di rendere invisibile la navigation bar con i comandi che verranno recepiti con una pressione nella parte bassa del display, infine è possibile attivare una lente di ingrandimento premendo su una fotografia nella galleria di default, il comportamento è simpatico in quanto a maggiore pressione corrisponde un maggiore ingrandimento. All’atto pratico noi abbiamo avuto qualche difficoltà nell’impostare questa funzione, che oltre ad avere poche applicazioni compatibili non abbiamo trovato per nulla funzionale , ma ovviamente queste sono solo considerazioni personali.

            Huawei P9 Plus : Fotocamera

            Forse su questo comparto bisognerebbe effettuare una recensione a parte, ma cerchiamo di riassumervi tutto nella stessa. Il dispositivo è dotato di ben 3 fotocamere. Sulla parte frontale abbiamo un sensore da 8 mega pixel con apertura F/1.9 mentre sulla parte posteriore trovano posto due unità da 12 mega pixel non stabilizzate con apertura F/2.2 e sensore Sony.

            Le due fotocamere posteriori funzionano come su P9, il sensore posizionato esternamente cattura immagini in bianco e nero, mentre quello più interno è un classico RGB. Il sensore monocromatico manca del filtro Bayer, caratteristica che lo rende particolarmente sensibile alla luce e capace di catturare un’ ampia gamma dinamica. Secondo quanto dichiarato dall’azienda, le due fotocamere dovrebbero lavorare insieme per ricreare foto di qualità superiore.

            L’interfaccia grafica è stata completamente rinnovata e realizzata anch’essa in collaborazione con Leica. Tramite swipe possiamo accedere alle modalità di scatto ed alle tante impostazioni. Le foto hanno una risoluzione nativa a 12 megapixel in rapporto 4:3. Grazie alla modalità PRO possiamo andare a regolare singolarmente la messa a fuoco, l’esposizione, la ISO e l’otturatore. In questa modalità viene anche salvato il formato RAW.

            La modalità PRO è disponibile anche per i video che possono avere una risoluzione massima FullHD a 60fps. Impostando i 30fps possiamo attivare la stabilizzazione digitale. Non mancano video in formato Time Lapse e rallentatore a risoluzione massima HD.

            Le foto hanno un notevole mantenimento dei dettagli in condizione di buona illuminazione, una buona regolazione dell’esposizione ed un accurato bilanciamento di bianco. I colori risultano abbastanza saturi anche se possiamo scegliere, tramite impostazioni, di scegliere dei colori più nitidi o delicati, apprezzabili anche le foto scattate tramite la fotocamera anteriore grazie anche al sistema di messa a fuoco automatico.

            I video purtroppo non eguagliano la quasi eccellenza delle foto, in modo particolare in condizioni di illuminazione più difficili ne risentono in particolar modo, la messa a fuoco è abbastanza rapida ed anche la qualità dell’audio catturato dai due microfoni è più che sufficiente, non si può però arrivare al 4K e la registrazione in FullHD perde la stabilizzazione digitale se realizzata a 60 fps mentre è attivabile nel FullHD a 30fps. Buona infine la qualità dei video tramite fotocamera anteriore.

            In breve , la fotocamera svolge egregiamente il suo lavoro, ma considerata la caratura del device ci si aspetta ancora di più , quel più che molto probabilmente potrà essere raggiunto tramite un lavoro software e sul quale Huawei sembra già ci stia lavorando.

            Huawei P9 Plus: Specifiche hardware e software

            A spingere Huawei P9 Plus c’è un potente processore proprietario Kirin 955 HiSilicon . Si tratta di un octa core con quattro core Cortex A72 da 2,5 GHz e 4 core Cortex A53 operanti a 1,8 GHz. La GPU è una Mali T880MP4, abbiamo inoltre 4 GB di RAM LPDDR4 e 64 GB di memoria interna.

            Il sistema è veloce e reattivo ed anche le applicazioni sono sempre molto rapide nell’apertura (ci ha stupito l’apertura di Real Racing 3 più o meno 10 sec.)  e nell’utilizzo. Tutti i giochi di riferimento riescono ad essere giocati al massimo dettaglio grafico con un frame-rate molto elevato. Huawei ha anche parlato di una nuova ottimizzazione del file system in grado di ridurre la frammentazione e mantenere il device più reattivo. Durante sessioni di gioco prolungato e durante l’utilizzo della fotocamera si nota solo un leggero surriscaldamento della parte posteriore.

            Huawei P9 Plus: Specifiche software

            Huawei P9 Plus è animato da Android 6.0.1 Marshmallow con personalizzazione EmotionUI 4.1. E’ lo stesso software di P9 con l’aggiunta delle impostazioni sul press touch. La ROM ha ormai raggiunto una grande maturità e offre una completa suite di applicazioni preinstallate. Di queste si distinguono positivamente l’app musica, il calendario, la bussola e il tool di backup.

            Ancora un po’ debole la sfera legata alla produttività, dove si sente la mancanza di soluzioni software per finestre flottanti o multiview, un po’ carente anche l’app di note che non offre particolari strumenti. Le impostazioni di personalizzazione sono tante e permettono di modellare l’esperienza di Android in base al proprio gusto ed esigenze. In particolare potremo applicare temi grafici, scaricabili gratuitamente oltre i quattro preinstallati di serie, e quelli eventualmente presenti nella vostra microSD se provenite da un altro smartphone Huawei.

            E’ possibile modificare i quick toggle, la navigation bar e attivare alcuni controlli sul movimento e gesture con le nocche. E’ possibile sfruttare il sensore di impronte digitali per espandere la tendina delle notifiche o muoversi all’interno della galleria fotografica. Come sempre Huawei ha riservato grande attenzione alla gestione del telefono, nell’app dedicata infatti, troviamo tutte le impostazioni per il controllo di privacy, sicurezza e risparmio energetico.

            Huawei P9 Plus: Autonomia

            Proprio rimanendo in tema di risparmio energetico, su questo dispositivo forse non andremo mai ad utilizzarlo, infatti nel nostro utilizzo l’autonomia e’ stata veramente sorprendente, Huawei P9 Plus è dotato di un sistema di ricarica rapida e grazie alle dimensioni generose di 3400 mAh ed un display Amoled “solo” FHD ci ha portati sempre fino a sera con piu’ di 5h di display attivo utilizzandolo in modalita’ prestazioni, promosso.

            Huawei P9 Plus: Audio e ricezione

            Infine ottima la qualità audio tramite vivavoce che riesce a riprodurre anche tonalità basse ad un volume elevato, l’altoparlante mono è posizionato sulla parte bassa del frame ed è calibrato sulle medie e basse frequenze, la capsula auricolare può fungere anche da secondo emettitore audio, garantendo quindi la stereofonia. Su quest’ultimo vengono privilegiate le frequenze alte.

            Il risultato è sorprendente per qualità e immersività del suono, grazie anche al software che modifica dinamicamente l’emissione sonora in base all’orientamento del device. Corposo e con un buon volume anche l’audio tramite capsula auricolare.

            La ricezione del segnale di rete cellulare non ha dato mai problemi così come quella del Wi-Fi che è a doppia banda.

            Huawei P9 Plus: Conclusioni

            Huawei P9 Plus ci ha convinto più del Huawei P9, che resta comunque un device molto valido. Per noi questo è il vero top di gamma della casa cinese in questo 2016, certo i prezzi di listino variano di cira 150 euro, pero’ non sono poi molti se consideriamo 1GB di RAM e 32GB di memoria integrata in più, l’ottimo display AMOLED da 5.5 pollici con (l’utile/inutile) press touch, l’audio stereo, il trasmettitore infrarossi ed i 400mAh in più della batteria.

            Insomma, il P9 Plus è sicuramente un valido top di gamma a cui, volendo essere pignoli, potremo solo recriminare la mancanza dell’impermeabilità e forse un display con risoluzione QHD e la qualita’ dei video non proprio in linea con quella delle foto.

            Dionisio Minerva
            Seguimi

            Dionisio Minerva

            Appassionato del mondo Android, ma barman nella vita di ogni giorno, oltre a preparare centinaia di caffe' dispenso consigli alla gente su tutto cio' che puo' riservare questo magnifico mondo.
            Dionisio Minerva
            Seguimi

            Latest posts by Dionisio Minerva (see all)

            Continua a seguirci sui nostri canali social. Rimani aggiornato su altre iniziative, le ultime recensioni, le offerte ed i tutorials.

            [ PAGINA FACEBOOK ] [ GRUPPO FACEBOOK ] [ TWITTER ]

            [ INSTAGRAM ] [ TELEGRAM ] [ YOUTUBE ]