moto g5 plus recensione

[Recensione] MOTO G5 Plus: #MEGLIOMOTOG

La serie Moto G si è resa famosa fin dai primi anni della sua nascita, grazie aall’ottimo lavoro di Motorola (ora Lenovo) ed il suo rapporto qualità/prezzo. Nel tempo però, questa serie ha perso la sua identità: le vicissitudini dell’azienda ed una concorrenza sempre più agguerrita, in particolare hanno rimosso un mito: il #megliomotog .
Quest’anno  Lenovo vuol far tornare a parlare di Moto G e soprattutto con questo Moto G5 Plus, ha cercato di aggiungere quel che basta al modello base, per renderlo veramente un best buy.  soprattutto considerando il prezzo di vendita, circa 250€.
Scopriamolo insieme.

Moto G5 Plus: Confezione di vendita

La confezione generosa, purtroppo solo in dimensioni. Difatti  al suo interno troveremo soltanto un cavo USB-microUSB e un alimentatore TurboPower 12V/1.2A già conosciuto ai tempi di Nexus 6 un pin per rimuovere il carrelinno delle SIM/Micro SD e la manualistica. Non sono presenti auricolari nella versione italiana e quindi quella venduta e spedita da Amazon. Tuttavia va detto che alcune nazioni europee, impongono l’obbligo di inserimento in confezione degli auricolari, quindi non stupitevi se acquistando da altri venditori, li troverete in confezione.

Moto G5 Plus: Qualità Costruttiva, Design ed Ergonomia

Iniziamo con la sensazione al tatto. La scocca è realizzata in plastica con alcuni inserti in metallo, come tasti laterali, contorno capsula auricolare e contorno fotocamera posteriore. Cio nonostante il G5 Plus risulta trasmettere al tatto buone sensazioni. Alcuni dettagli, come il tasto di accensione zigrinato e il logo in rilievo, lo rendono ancora più curato.

Lo spessore è di soli 7.7mm. Peccato solo che la fotocamera sporga di 2mm, il che ne va piccola parte ad aumentare lo spessore, ma soprattutto la renderà più esposta a graffi o ad urti. Moto G5 Plus misura 150,2 x 74,0 mm, non il massimo dell’ottimizzazione, ma grazie al design con angoli smussati ed il peso di poco più di 150g, risulta facile da utilizzare con una mano, e non ci darà fastidio in tasca.  

Detto questo, il design può piacere o no, ma l’ergonomia è decisamente ottima. Oltretutto è presente lato software una gesture che ci darà la possibilità di ridurre lo schermo. Funzione abbastanza inutile visto quanto detto prima e che ci costringerebbe ad utilizzare i tasti a schermo al posto del comodo tasto home. Tasto che integra un veloce e preciso sensore per il riconoscimento delle impronte digitali e che include delle gesture davvero utili e comode. Ad esempio un tocco fa tornare alla home, un tocco più prolungato fa spegnere il display ed uno di circa un secondo fa accedere a Google Now. Swipe verso destra o sinistra permettono invece  di  tornare indietro o accedere al multitasking.

Infine Il telefono ha un trattamento idrorepellente, il che vuol dire che può resistere agli spruzzi ma non all’immersione.

Moto G5 Plus: Hardware

Lenovo ha adottato, sul suo Moto G5 Plus, uno dei migliori processori del 2016: lo Snapdragon 625. Si tratta di un octacore da 2 GHz, con una GPU Adreno 506 coadiuvati da 3GB di RAM. La memoria interna è di 32GB (di cui 7,5 GB occupati da file di sistema) espandibile con microSD senza rinunciare al supporto della seconda SIM. Uno dei pochi dotati di questa caratteristica.

L’accoppiata processore/RAM , rendono le prestazioni di questo dispositivo di gran lunga sopra alla media, anche quando utilizziamo applicazioni o giochi più pesanti. Real Racing 3 per esempio si avvia in circa 10 secondi (video dimostrativo) e si gioca con  un frame-rate abbastanza elevato e non si notano elevate scattosità.

Sul lato connettività troviamo la rete LTE fino a 300 Mbps, Wi-Fi dual band, Bluetooth 4.2, GPS assistito e NFC. Purtroppo manca la bussola digitale (perchè Lenovo?).

Presente anche la radio FM con una qualità audio non del tutto soddisfacente, ma ciò è dovuto al fatto che l’audio viene fornito solo dalla capsula auricolare restituendo  un volume nella media ed una qualità discreta.

Moto G5 Plus: Test di avvio con Real Racing 3

Moto G5 Plus: Display

Il display è una unità Full HD con tecnologia IPS e diagonale da 5,2 pollici, protetto da un vetro Gorillla Glass 3.  Buona la risoluzione, così come i colori piacevoli e non particolarmente saturi. La luminosità non è particolarmente alta, ma non si hanno difficolta sotto la luce diretta del sole, dove il sensore di prossimità, lavora egregiamente.

Come ogni dispositivo MOTO che si rispetti, anche questo è dotato di Moto Display, che permette di mostrare le notifiche sullo schermo quando lo smartphone viene sollevato. Funzione che tralaltro sopperisce all’assenza del led di notifica.Tramite impostazioni poi, possiamo scegliere tra due modalità di colore (standard e vivace) e regolare i DPI per regolare la dimensione di immagini e testo.

Buono, infine, il trattamento oleofobico.

Moto G5 Plus: Fotocamera

Qui Lenovo si é superata, ed ha adottato per il suo medio gamma: il modulo fotografico principale che troviamo anche su Samsung Galaxy S7.
Si tratta di un sensore Sony IMX 260 con Dual Pixel Autofocus
Le lenti con apertura F/1.7 non sono stabilizzate, ma sfruttano in pieno un potente doppio flash LEDLe foto vengono molto bene in tutte le condizioni, di giorno specialmente  mentre di sera emergono i limiti di una gestione del rumore non perfetta. Anche i selfie non sono male,e superiori alla media dei dispositivi della sua fascia, soprattutto di sera e con scarsa luce.

I video sono nitidi e con risoluzione massima in 4K (30fps). Manca la stabilizzazione ottica ma quella digitale lavora benissimo, quasi da top di gamma.

L’interfaccia adottata è semplice, ma non mancano  la modalità PRO, lo scatto panoramico e video al rallentatore, presente L’HDR . Effettuando  uno swipe verso destra accediamo alle impostazioni dove possiamo scegliere la risoluzione di foto e video.

Detto questo siamo comunque di fronte ad uno dei migliori, se non il migliore smartphone a livello fotografico su questa fascia di prezzo

SOFTWARE

Moto G5 Plus nasce con Android 7.0 Nougat. Per chi ama i dispositivi Google stock, questo ne é uno dei massimi esponenti, infatti l’unica personalizzazione presente,  consiste nell’app Moto, che al suo interno racchiude importanti ed utili features.

 L’app Moto è divisa in Moto Display e Moto Action. La prima permette di abilitare il display ambient (aggiornato rispetto alle versioni precedenti) che ci dará la possibilità di leggere le notifiche  nella schermata di blocco e di entrare direttamente nell’app che le ha generate, anche se, utilizzando lo sblocco con impronta, ci chiederà prima di sbloccarlo. Moto Action invece, racchiude diverse gesture, come il gesto del martello per accendere il flash, una rotazione per attivare la fotocamera, capovolgere con schermo in basso per silenziare, tracciare un arco per attivare la modalità ad una mano o sollevare lo smartphone per silenziare la suoneria mentre sta squillando, insomma un insieme di utili gesture, che ci aiuteranno nell’utilizzo quotidiano dello smartphone.

Come detto in precedenza, tramite sensore di impronte digitali  potremo tornare alla home con una pressione lieve, con uno swipe verso destra o verso sinistra aprire le app recenti e tornare indietro, con una pressione prolungata bloccare il display o aprire Now On Tap con una ancora piú lunga. Ovviamente, sará possibile anche abilitare i tasti hardware, eliminando le funzioni del tasto fingerprint.

Moto G5 Plus: Autonomia

La batteria da 3000mAh e lo straordinario lavoro del SoC Snapdragon 625, consentono di arrivare sempre alla fine di una giornata di utilizzo intenso con circa 5 ore di display attivo.
In caso di necessità poi, va ricordato la presenza del caricabatteria TurboPower da 12V/1.2A che viene offerto in dotazione. Grazie ad esso infatti, in circa 15 minuti potremo ricaricare la batteria abbastanza per consentirci ancora qualche ora di autonomia e la presenza del classico risparmio energetico, presente su android stock.

Unico neo, l’assenza della porta tipe C. Ancora difficile da capire la scelta di alcuni produttori, che non si allineano al nuovo standard.

Moto G5 Plus: Conclusioni

Il Moto G5 Plus  è uno smartphone completo e adatto praticamente a tutti.  Da chi cerca prestazioni soddisfacenti, associati ad una buona autonomia e vuole scattare foto di qualità.
Sicuramente non é esente da piccoli difetti, come l’assenza della bussola e la type-C. Ma per un dispositivo, che si colloca tra i 200€ ded i 250€, credo siano assenze a cui si puó rinunciare.

#MEGLIOMOTOG

 

Moto G5 Plus

Moto G5 Plus
8

Prestazioni

8/10

    Hardware e materiali

    8/10

      Design

      7/10

        Foto e video

        9/10

          Autonomia

          9/10

            Pros

            • Autonomia
            • Fotocamera
            • Software
            • Display

            Cons

            • Assenza bussola
            • Assenza tipe-C

            Autore dell'articolo: Dionisio Minerva

            Appassionato del mondo Android, ma barman nella vita di ogni giorno, oltre a preparare centinaia di caffe' dispenso consigli alla gente su tutto cio' che puo' riservare questo magnifico mondo.

            Lascia un commento