Smartphone, classifica di 15 tra i migliori

Android, Consigli, in evidenza, Smartphone

Smartphone

Gli smartphone, dispositivi tecnologici diventati ormai compagni essenziali della vita di ognuno di noi, hanno raggiunto negli ultimi anni traguardi inattendibili, grazie a caratteristiche sempre più eccelse in ambito sia hardware che software.

Le molteplici funzionalità di questi terminali hanno però reso sempre più complicata, per i consumatori finali, la scelta dello smartphone perfetto che deve essere sottoposto continuamente alle diverse preferenze degli utenti. È doveroso difatti ricordare che molto probabilmente non esiste un dispositivo perfetto ma esisterà, al contrario, sicuramente almeno un modello che si adatterà alle esigenze di ognuno di noi.

È proprio in base a questa premessa che oggi vogliamo esporre quella che, a nostro modestissimo parere, può essere considerata come una lista di smartphone, aventi Android come sistema operativo, le cui caratteristiche possono soddisfare appieno un’ampia varietà di utenti con diverse esigenze. Passiamo quindi, evitando ulteriori informazioni ridondanti, alla descrizione dei 15 Android Phones che compongono questa lista.

Meizu M2 Note
1 Meizu M2 Note
Il primo dispositivo di cui parliamo in questo articolo è l’M2 Note della, ormai nota, casa cinese Meizu, che si è messa in mostra grazie alla produzione di smartphone dalle qualità eccelse a prezzi contenuti. Quest’ultimo dispositivo dispone di un chip MediaTek MT6753 Cortex A53 octa-core da 1,3 GHz con architettura a 64 bit che insieme a 2 GB di RAM conferisce fluidità nelle operazioni gestite dal sistema operativo FlyMe 5.0 (Base Android Lollipop) e di 16 GB di memoria storage espandibili tramite micro SD. Il display è un ampio touchscreen Full HD IGZO IPS da 5.5” con risoluzione 1980×1080 che dispone di buoni colori ed ottima luminosità. Le funzionalità non mancano, sono infatti presenti, modulo 4G LTE, connettività Wi-Fi e GPS che vanno ad aggiungersi alla presenza di due vani Sim, assente invece il chip NFC. Chi decide di acquistare questo terminale avrà inoltre la possibilità di godere di un comparto multimediale invidiabile, la fotocamera principale da 13 Megapixel con apertura focale 2.2, munita di doppio led, garantisce foto di qualità, dalla risoluzione di 4160×3120, e video in Full HD 1080p, da 5 Megapixel invece la fotocamera frontale. Si può affermare quindi, visto anche il prezzo che si attesta tra i 160 ed i 190€, che il rapporto qualità-prezzo di questo smartphone, a cui non manca nulla, sia ottimo e se si aggiungono inoltre i 3100 mAh di batteria, che garantiscono l’arrivo a fine giornata con uso intenso, si può parlare di un vero e proprio affare.

Xiaomi Redmi Note 2
2. Xiaomi RedMi Note 2
Un altro dispositivo degno di considerazione è il RedMi Note 2, anch’esso cinese di casa Xiaomi, un terminale che, come altri, pur essendo di provenienza cinese non ha nulla da invidiare agli smartphone top del mercato. Le caratteristiche di questo dispositivo somigliano a quelle dell’M2 Note, parliamo infatti di un processore MediaTek Helio X10 MT6795 Cortex A-53 octa-core che ha però una frequenza di 2 GHz accompagnato da 2 GB di RAM e 16 GB di storage espandibili con micro SD fino a 32 GB.
Display IPS da 5.5 pollici con risoluzione 1920×1080, luminosità dalla resa ottima in ogni condizione (anche in settaggio automatico) e presenza di importanti feature come il modulo LTE 4G, la connettività bluetooth 4.0 ed il doppio slot Sim.
Per quanto riguarda il comparto fotografico ci troviamo, anche in questo caso, dinanzi ad una fotocamera principale con sensore Samsung da 13 Megapixel che trova nell’autofocus, nella messa a fuoco rapida e nell’ottima resa in ogni condizione di luce, i suoi punti di forza. Oltre alle foto ed alle registrazioni in Full HD della fotocamera posteriore troviamo anche una fotocamera anteriore da 5 Megapixel che ci consente registrazioni di alta qualità fino ad una risoluzione di 720p. Non finisce qui però, altri importanti dettagli come la batteria da 3060 mAh removibile, che consente di arrivare tranquillamente a sera con un utilizzo medio, lo spessore di soli 8,3 mm, il sistema MIUI (base Android Lollipop),che garantisce una fantastica esperienza d’uso, ed il contenutissimo prezzo, che si aggira intorno ai 180€, fanno di questo dispositivo un’occasione quasi imperdibile per chi vuole un device di alto livello senza scendere a compromessi.

Meizu MX5

3. Meizu MX5
Continuiamo a parlare di smartphone provenienti dalla Cina, questa volta però vogliamo esporre al meglio quelle che sono le caratteristiche del top di gamma di casa Meizu. Il dispositivo, noto col nome di MX5, è sicuramente una validissima alternativa a quelli che sono i terminali di fascia alta che vengono però proposti a prezzi alti il doppio se non il triplo. L’alto valore di questo smartphone è dovuto sicuramente ad un ricchissimo comparto multimediale coadiuvato da caratteristiche hardware davvero invidiabili.
Il display di cui è fornito è un gorilla glass 3 da 5.5 pollici (ma molto comodo da tenere in tasca) con risoluzione 1920×1080 e tra le importanti funzioni ritroviamo il modulo 4G LTE. Il comparto fotografico, di tutto rispetto è caratterizzato da un sensore da ben 20,7 Megapixel che consente, oltre alla registrazione di filmati in 4K, di scattare fotografie con una risoluzione di 5248×3936.
Per quanto riguarda i dettagli hardware dobbiamo ricordare che il Meizu MX5 monta un chip Mediatek Helio X10 MT6795 Cortex A53, processore octa-core da 2,2 GHz e Ram da 3 GB. La memoria storage non è espandibile ma può raggiungere fino a 64 GB nel taglio di memoria massimo. Dotato di tutte le più recenti connettività, come il bluetooth 4.1, il GPS ed il Wi-Fi (802.11 a/b/g/n/ac), questo dispositivo presenta anche il sensore per le impronte digitali (molto reattivo, tra i migliori del mercato). Ultimi dettagli non meno importanti sono, il, già citato, prezzo relativamente basso rispetto ad i suoi concorrenti che si aggira intorno ai 330 Euro, uno spessore di soli 7.6mm ed una batteria da 3150 mAh che garantisce un’intera giornata di utilizzo intenso (fino a 7 ore di schermo con utilizzo medio e circa 5 con utilizzo intenso).

Meizu Pro 5

4. Meizu Pro 5
Per essere un passo avanti e non farsi mancare proprio nulla impossibile non inserire nella nostra lista il Meizu Pro 5, caratteristiche all’avanguardia che riprendono molto quelle dell’MX5 della stessa casa cinese. Questo smartphone presenta infatti un display AMOLED da 5.7 pollici, per gli amanti degli ampi schermi, con risoluzione 1920×1080, è provvisto di modulo LTE 4G e di tutti i moduli di connettività fondamentali, nonché di tutto ultima generazione, come il Wi-Fi, il GPS ed il bluetooth 4.1.
Il comparto hardware intende sbaragliare la concorrenza, la fotocamera anteriore da 5 Megapixel è accompagnata da una fotocamera frontale di altissimo livello che monta un sensore da 21 Megapixel con cui è possibile registrare filmati in 4K e scattare foto di qualità eccellente con risoluzione 5344×4016; Il chipset a bordo del Pro 5 è un Samsung Exynos 7420 con doppio processore, due quad-core rispettivamente Cortex A57 da 2.1 GHz e Cortex A53 da 1.5 GHz che assicurano prestazioni oltremodo fluide (oltre 60’000 punti su AnTuTu*), il tutto accompagnato da 3 GB di Ram e da 32 GB di memoria storage espandibili con l’ausilio di una Micro SD fino a 128 GB. Lo spessore di soli 7,5 mm ed una batteria da 3050 mAh sono solo gli ultimi dettagli di questo smartphone che punta all’eccellenza anche grazie al sistema operativo FlyMe 5.1 basato su Android Lollipop.
Sotto diversi punti di vista, tra i tanti, il Meizu Pro 5 può essere considerato tra i device più completi del mercato potendosi avvantaggiare del prezzo e delle caratteristiche tecniche, per questo motivo, quest’ultimo, può rappresentare la scelta ideale per quegli utenti che, nonostante la scarsa pubblicità di questo dispositivo, vogliono affidarsi alla qualità ed all’esperienza.

LG G4

5. LG G4
Immancabile nella nostra lista il top di gamma probabilmente tra i più conosciuti a livello globale che dalla sua uscita fa strage nel mercato dei consumatori.
Facile concepire le motivazioni del suo successo, l’ultimo smartphone della famosissima casa coreana LG fa del comparto fotografico, dei componenti hardware e della memoria espandibile i suoi punti di forza. Il display è un IPS LCD da 5.5 pollici, densità pixel 534ppi e risoluzione 1440×2560.
Il sensore della fotocamera principale da 16 Megapixel con apertura focale 1.8 è accompagnato da stabilizzatore ottico, flash LED, autofocus ed HDR, mentre la fotocamera anteriore è da 8 Mpx.
Chipset Qualcomm Snapdragon 808 Cortex A57, processore hexa-core da 1.8 GHz con architettura a 64 bit, 3 GB di RAM e 32 GB di storage espandibile tramite micro SD fino a 128 GB, batteria da 3000 mAh che ha responsi più che positivi e che garantisce un’intera giornata di utilizzo pieno nonostante l’attivazione della rete 4G, del bluetooth 4.1 e del GPS. Da sottolineare inoltre l’update ad Android 6.0 Marshmallow già disponibile al download tramite OTA che aggiunto ad un terminale a cui non manca davvero nulla non può che far gioire quei consumatori che amano avere sempre l’ultima novità.

Moto X Play

6. Moto X Play
Dispositivo eccellente per le sue caratteristiche di ottimo livello e per il sistema leggero, poco distante dall’esperienza Pure Google, il Moto X play, fresco di lancio sul mercato, si propone come dispositivo in grado di soddisfare tutte le esigenze dei consumatori grazie anche al suo prezzo contenuto che si aggira tra i 289 e 399€.
Il display è un ampio pannello LCD da 5.5 pollici la cui densità di pixel è di 401 ppi e la cui risoluzione è di 1080×1920, provvisto inoltre di modulo LTE 4G, bluetooth 4.0, GPS e Wi-Fi di ultima generazione, questo dispositivo monta anche un chip NFC (Near Field Communication), ma non finisce chiaramente qui, il Moto X Play è pronto a stupire anche in ambito fotografico, ad affiancare una fotocamera anteriore da 5 Mpx, è infatti presente, una fotocamera posteriore da 21 Megapixel con apertura focale 2.0, stabilizzatore ottico, Dual LED ed autofocus, che permette di scattare fotografie ad una risoluzione di 5291×3968.
Interessantissimi anche i componenti interni di questo smartphone che monta un chip Qualcomm Snapdragon 615 MSM8939 e due processori Quad-core, rispettivamente un Cortex A53 da 1.7 GHz ed un Cortex A53 da 1.0 GHz, GPU Adreno 405, 2GB di RAM e 32 GB di storage espandibili tramite microSD fino a 128 GB.
Infine, importante ricordare che, il Moto X Play, disponibile anche nella variante dual sim, è alimentato da una batteria da 3630 mAh e riceverà presto l’ultimo update di casa google, Android 6.0 Marshmallow.

One Plus 2

7. One Plus Two
Il One Plus Two conosciuto anche con la sigla OPT nasce dall’evoluzione del noto One Plus One diventato famoso grazie alle sue caratteristiche da top di gamma sfruttate al meglio dal sistema CyanogenMod, leader tra le custom Rom basate su Android.
Il nuovo terminale dell’emergente casa cinese One plus è dotato di un display IPS da 5.5 pollici con risoluzione da 1920×1080 pixel, monta un chip Qualcomm Snapdragon 810 MSM8994 molto spesso criticato per il surriscaldamento ma che viene gestito in maniera ottimale dal sistema Oxygen OS (Base Android Lollipop 5.1), Processore Octa-Core (ARM Cortex A-54 da 1.8 GHz e ARM Cortex A-53 da 1.5 GHz) con architettura 64 Bit.
Le due varianti di questo dispositivo offrono all’utente 16 GB di storage accompagnati da 3 GB di RAM o 64 GB di storage con 4GB di RAM, in entrambi i casi la memoria storage non è purtroppo espandibile.
Interessanti anche le specifiche della fotocamera che monta un sensore Omnivision da 13 Megapixel seguito da messa a fuoco laser, OIS e doppio flash LED.
Immancabili, ovviamente, fondamentali funzioni come la connettività LTE 4G, la connessione bluetooth 4.1, il GPS ed il Wi-Fi (a/ag/b/g/n).
Il OPT che si prefissa l’obiettivo di rivoluzionare il mercato degli smartphone di fascia alta sembra non voler deludere le aspettative e si presenta al pubblico ad un prezzo che oscilla intorno ai 400€ sebbene sia difficile acquistarlo a causa del sistema ad inviti.

Wiko Rainbow

8. Wiko Rainbow
Quello che è l’obiettivo di questa lista non è di proporre una varietà di smartphone di sola fascia alta, bensì di proporre un’ampia gamma di smartphone al cui interno figurano elementi che si distinguono per la qualità in relazione al loro prezzo, un pratico esempio di questa filosofia è il Wiko Rainbow. Questo dispositivo rientra nella fascia media del mercato ma stupisce per il suo prezzo che arriva anche a soli 99 euro, chiaramente però ciò che più importa è che tale prezzo sia associato a delle caratteristiche comunque eccellenti per chi vuole poter apprezzare il sistema operativo Android sotto ogni punto di vista.
Display IPS LCD da 5 pollici con densità pixel 293ppi e risoluzione 720×1280, fotocamera principale da 8 Megapixel che garantisce scatti di ottima qualità con risoluzione di 3264×2448 e video in full HD alla eccezionale risoluzione di 1920×1080.
Il processore a bordo di questo dispositivo è un Quad-core Mediatek MT6582 Cortex A7 da 1.3 GHz accompagnato da 1 GB di RAM e 4 GB di memoria storage espandibili tramite MicroSD fino a 32 GB, il sistema operativo, come già citato in precedenza, è Android nella versione 4.2.2 Jelly Bean e tra le sue funzioni possiamo trovare chiaramente le connettività più comuni e fondamentali come il Wi-Fi, il bluetooth 4.0 ed il GPS.
Insomma non stiamo parlando di un terminale dalle qualità eccelse ma, di certo, di un terminale capace di soddisfare tutti quei consumatori che hanno un budget ristretto ma che voglio vivere un esperienza d’uso senza compromessi.

Wiko Ridge Fab 4G

9. Wiko Ridge Fab 4G
La casa francese della Wiko ha sfornato, negli ultimi tempi, diversi smartphone tra cui si possono trovare, come nel caso del Rainbow, veri e propri gioiellini a prezzi contenutissimi. Un altro dispositivo di cui infatti vogliamo far menzione in questa lista è il Wiko Ridge Fab.
La risoluzione del display AMOLED da 5.5 pollici non è altissima ed è di 720×1280 in compenso però il reparto multimediale e quello hardware hanno molto da offrire, la fotocamera principale da 13 Megapixel promette foto di qualità altissima con risoluzione 4128×3096 e video in Full HD, le funzionalità sono quasi tutte presenti, non mancano all’appello infatti il modulo LTE 4G, il bluetooth 4.0, il Wi-Fi ed il GPS e la batteria da 2820 mAh ci consente di arrivare tranquillamente a fine giornata.
Degno di nota anche il processore quad-core Qualcomm Snapdragon 410 MSM8916 Cortex A53 da 1.2 GHz che, unito ai 2 GB di RAM ed i 16 GB di storage espandibili (fino a 64 GB), assicura prestazioni davvero fluide anche grazie al sistema operativo Android nella versione 4.4 KitKat.
Lo spessore, infine, di soli 8,5 mm, rende questo smartphone anche esteticamente interessante ed unito al prezzo non eccessivo che si aggira tra i 190 ed i 240 euro fa in modo che sia un affare davvero imperdibile!

Huawei P8
10. Huawei P8
Lo spessore di 6.4 mm ed il corpo in metallo fanno di questo dispositivo uno degli smartphone più eleganti e sottili del mercato, questi due semplici dettagli non sono però sufficienti ad esprimere l’eccellenza del Huawei P8.
La casa cinese Huawei ha dato un forte scossone al mercato dei telefoni di ultima generazione con il suo ultimo top di gamma, tantissime sono infatti le funzionalità di quest’ultimo che si presenta al pubblico con un processore octa-core (Quad-core 2.0 GHz Cortex-A53e + Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53) Huawei HiSilicon Kirin 930, 3 GB di RAM, 16 GB di storage espandibili (con microSD fino a 128 GB) e sistema operativo Android 5.0.1 Lollipop con UI Emotion v3.1.
Notevole anche il display IPS LCD da 5.2 pollici con densità pixel di 424ppi e risoluzione di 1080×1920 protetto dalla resistenza del Gorilla glass 3.
Particolare attenzione va posta al comparto fotografico le cui caratteristiche sono sorprendenti, la fotocamera principale del P8 monta un sensore a quattro colori (RGBW) da 13 Megapixel che insieme ad uno stabilizzatore ottico d’immagine (OIS) ci garantisce scatti sempre nitidi anche al buio grazie al doppio LED che riproduce l’illuminazione naturale, presente anche la funzione di light painting con la quale è possibile disegnare con la luce, non meno importanti sono le registrazioni video, per le quali è presente anche la funzione time-lapse, che raggiungono la risoluzione Full HD 1080×1920.
Wi-Fi, bluetooth 4.1, GPS, modulo LTE 4G, chip NFC (Near Field Communication) e batteria da 2680 mAh sono solo gli ultimi dettagli che vanno a completare un vero e proprio top di gamma che è però reperibile ad un prezzo che si attesta tra i 329 ed i 490 Euro.

Huawei P8 Lite

11. Huawei P8 Lite
Fratello minore del P8, il modello Lite, nonostante le caratteristiche ridotte, può essere considerato come un telefono di ottima qualità con prestazioni di buonissimo calibro.
Display LCD da 5 pollici con risoluzione di 720×1280 pixel, presenti tutte le funzioni di connettività compresi modulo LTE 4G e chip NFC.
per quanto riguarda la fotocamera, anche in questo caso, c’è da rimanere piacevolmente sorpresi, sensore da 13 Megapixel, stabilizzatore digitale, flash LED ed apertura focale 2.0; ad accompagnare la posteriore, la fotocamera anteriore da 5 Mpx ottimizzata per rendere gli autoscatti perfetti che completa il comparto fotografico di ottimo livello.
Non delude, infine, neanche la componente hardware che si presenta con un processore octa-core Huawei HiSilicon Kirin 620 da 1.2 GHz, Ram da 2GB, 16GB di memoria storage (espandibile tramite microSD fino a 128 GB) e batteria da 2200 mAh.
Una scelta che può essere dettata da un budget ridotto (189-275€) potrebbe portare ad optare per questo smartphone a cui non manca nulla e che ha tutte le carte in regola per poter soddisfare appieno i consumatori non eccessivamente esigenti. Questo dispositivo, in offerta ora a 189 euro (prezzo più basso al momento) su Gli Stockisti (link), è stata una vera sorpresa in questo 2015, tanto da diventare il BEST BUY secondo Android Geek Italia.

Motorola Moto G 2015
12. Motorola Moto G 2015
Considerato forse il meno potente tra gli smartphone di casa Motorola, il moto G arrivato alla terza generazione si presenta come un dispositivo di fascia medio-bassa capace di rivaleggiare anche con altri terminali più blasonati grazie alla sua velocità nelle prestazioni e ad un sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop quasi completamente puro.
Per poter essere ritenuto competente il Moto G associa caratteristiche di buon livello anche per quanto riguarda l’hardware.
Display IPS LCD da 5 pollici con risoluzione 720×1280, forse l’unico lato non eccelso, per il resto sono presenti tutte le funzionalità fondamentali e di ultima generazione, modulo LTE 4G, Wi-Fi, bluetooth 4.0 e GPS.
Interessante, a dir poco, è la fotocamera principale, sensore da 13 Megapixel con apertura focale 2.65, stabilizzatore digitale e dual flash LED per scatti di altissima qualità con risoluzione 4128×3096 e video in Full HD, il tutto accompagnato da una fotocamera anteriore per gli autoscatti da 5 Mpx.
Non esaltanti, ma non deludenti al contempo, le specifiche del processore quad-core Snapdragon 410 MSM8916 Cortex A53 da 1.4 GHz accompagnato da un solo GB di RAM, 8 GB di memoria storage espandibili tramite microSD fino al taglio da 32 GB e batteria da 2470 mAh. Il giudizio finale è chiaro, uno smartphone che pur non presentando qualità eccelse garantisce un’esperienza d’uso impeccabile grazie all’ottimizzazione ed alla gestione mirata dei componenti da parte di un sistema non appesantito e che inoltre viene proposto al pubblico ad un contenutissimo prezzo che oscilla tra i 179 ed i 240 Euro.

Galaxy J5

13. Samsung Galaxy J5
Negli ultimi tempi si è venuto a creare un vero e proprio divario tra coloro che amano i prodotti della Samsung e coloro che invece non li apprezzano per diverse motivazioni più o meno contestabili o giustificate, nonostante ciò, tra critiche ed apprezzamenti, la società coreana continua a sfornare smartphone e tra quelli di fascia media abbiamo voluto prendere in considerazione il Galaxy J5 che unisce ottime caratteristiche ad un prezzo contenuto.
L’estetica di questo dispositivo porta un po’ indietro negli anni, innegabile infatti è la somiglianza con i primi due esponenti della gamma S che tanto hanno rivoluzionato il mercato dei telefoni Android. 8.5 mm di spessore e display Super AMOLED da 5 pollici con risoluzione 720×1280 sono i tratti estetici di questo terminale che presenta dal lato hardware un processore Quad-core Snapdragon 410 MSM8916 da 1.2 GHz con architettura 64 bit, 1,5 GB di RAM, 8 GB di storage espandibili (fino a 128GB) e batteria da 2600 mAh.
Funzionale e molto competitiva anche la fotocamera, con sensore da 13 Megapixel, stabilizzatore digitale e flash LED, che permette di scattare foto alla risoluzione di 4128×3096 e di registrare video in Full HD a 30 fps.
Modulo 4G LTE, Wi-Fi, bluetooth 4.1, GPS e sistema operativo Android 5.1 Lollipop vanno a completare la schiera di funzionalità proposte dal Samsung Galaxy J5 che è attualmente presente sul mercato ad un prezzo ristretto che si aggira tra i 159 ed i 230€.

Galaxy S6 Edge Plus

14. Samsung Galaxy S6 Edge Plus
Probabilmente tra gli smartphone più in voga e più avanzati e completi del mercato, il Galaxy S6 Edge Plus, evoluzione della variante Edge dell’ultimo top di gamma della casa Coreana, non può non essere preso in considerazione per le sue caratteristiche all’avanguardia.
Ampio display superAMOLED da 5.7 pollici con densità pixel da 515 ppi e risoluzione 2560×1440, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, modulo LTE 4G (velocità download fino a 300 Mbps) bluetooth 4.2, infrarossi, chip NFC e A-GPS, in pratica non manca proprio nulla a questo dispositivo che presenta, inoltre, al suo interno un processore Octa-core (Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53 + Quad-core 2.1 GHz Cortex-A57) Samsung Exynos 7420 con motore grafico ARM Mali T760, addirittura 4 GB di RAM, storage interno fino a 64 GB (non espandibili) e batteria da 3000 mAh con supporto per la ricarica veloce.
Ottimo anche il comparto fotografico che prevede una fotocamera principale con sensore da 16 Megapixel, oltre ad apertura focale 1.9 con autofocus, flash LED, HDR, Dual shot e tante altre funzioni software, che consente scatti con risoluzione 4640×3480 e video in formato 4K.
Lo spessore di 6.9mm, lo schermo curvo e la scocca con effetto specchio conferiscono, infine, a questo terminale, un’eleganza senza paragoni per gli amanti dell’estetica. Unica pecca, anche se molto rilevante, è il prezzo molto alto che va dai 600 agli oltre 1000 euro in base al taglio di memoria storage, chi compie questa scelta deve essere ben cosciente della cifra a cui va incontro.

Huawei Mate S
15. Huawei Mate S
Un vero e proprio gioiello dalle qualità indiscusse, tra i più avanzati del momento, il Mate S, fresco di lancio, si appresta a dare un forte scossone alla concorrenza.
Lo schermo touchscreen AMOLED da 5.5 pollici, Full HD è forse il dettaglio che meno spicca tra le caratteristiche di questo dispositivo che, oltre al modulo LTE 4G, il bluetooth 4.0, il chip NFC ed il GPS, presenta al suo interno un processore Octa-core (Quad core 2.2 GHz Cortex-A53e + Quad core 1.5 GHz Cortex-A53) Huawei HiSilicon Kirin 935 unito a 3 GB di RAM, memoria storage fino a 64 GB espandibili (microSD fino a 128 GB) e batteria da 2700 mAh.
peculiarità di altissimo pregio anche per quanto riguarda la fotocamere, anteriore da 8 Mpx con particolare funzione software per ottenere fantastici autoscatti, posteriore con sensore da 13 Mpx, apertura focale 2.0, stabilizzatore ottico, flash Dual LED, HDR+ per scatti magnifici con risoluzione 4128×3096 e video in Full HD, da sottolineare inoltre la modalità professionale ed il filtro real time bianco e nero per ottenere risultati di livello ancora superiore.
Ad aggiungersi a tutte le fantastiche qualità di questo terminale, vanno, il lettore d’impronte 2.0, la tecnologia “knuckle 2.0” e la funzione di pressione intelligente che permetterà al Mate S di percepire il livello di pressione esercitata dalle nostre dita.
Un ottimo smartphone che associa alle elevate prestazioni un elevato prezzo, forse non eccessivo come altri, che va dai 490 ai 649 euro anche in base al taglio di memoria storage.
Se è vero che, come dice il detto, “Chi meno spende più spende” è altrettanto vero che non si tratta di una legge applicabile in ogni caso, con l’ausilio di questa lista si è cercato infatti di spiegare che spesso l’affare è dietro l’angolo e che basterebbe guardarsi un po’ più intorno con attenzione e meno pregiudizi per notare, con molto piacere e stupore, l’esistenza della possibilità di poter acquistare smartphone di altissimo livello a prezzi ragionevolissimi, anche senza dover rinunciare ad importanti features.
Per una questione di onestà e di informazione è bene tenere presente, inoltre, che, per alcuni smartphone di importazione cinese, possono sorgere problemi di compatibilità circa le frequenze utilizzate dagli operatori telefonici del nostro paese, entrando nello specifico, per quanto riguarda la tecnologia 3G ci basta sapere se gli smartphone, ai quali siamo interessati, siano compatibili con le frequenze 900 MHz e 2100 MHz; discorso diverso per quanto riguarda le reti 4G che differiscono di operatore in operatore, qui sotto riportiamo la lista delle frequenze utilizzate dai più conosciuti operatori telefonici del nostro paese:
TIM: 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz;
3 (Tre): 1800 MHz, 2600 MHz;
Vodafone: 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz;
Wind: 800 MHz, 2600 MHz.
Importante è, inoltre, ricordare che l’incompatibilità con anche una sola di queste frequenze può portare a problemi di varia natura, un consiglio importante è, quindi, quello di assicurarsi, al momento dell’acquisto di uno smartphone di provenienza cinese, delle relative compatibilità di rete.

Continua a seguirci sui nostri canali social. Rimani aggiornato su altre iniziative, le ultime recensioni, le offerte ed i tutorials.

[ PAGINA FACEBOOK ] [ GRUPPO FACEBOOK ] [ TWITTER ]

[ INSTAGRAM ] [ TELEGRAM ] [ YOUTUBE ]