xiaomi mi band 2

Xiaomi Mi Band 2: la Recensione di Android Geek Italia

Accessori, Accessori, GearBest, in evidenza, Recensioni

Xiaomi Mi Band 2

32,69
Xiaomi Mi Band 2
8.9

Qualità costruttiva

9/10

    Software

    8/10

      Hardware

      9/10

        Autonomia

        9/10

          Prezzo

          10/10

            Pros

            • Display
            • Qualità costruttiva
            • Certificazione IP67
            • Autonomia
            • Prezzo

            Cons

            • Luminosità Display Oled
            • Rilevazione del battito cardiaco da migliorare
            • Restano facilmente dei segni sul cinturino
            Seguimi

            Gioacchino Massa

            Appassionato di tutto quanto concerne il mondo della telefonia, la tecnologia e l'elettronica interconnessa al web. Android, blog e serie TV sono il mio mondo.
            Seguimi

            Xiaomi Mi Band 2 è un fitness tracker che eredita completamente le funzionalità dei precedenti modelli, ma che arriva sul mercato come un indossabile completamente rinnovato ed integra componenti migliori.

            A differenza dei precedenti modelli, quindi, Mi Band 2 apporta solo alcune importanti novità e riesce a conservare gli aspetti che ne hanno consacrato il successo: il prezzo basso, la qualità costruttiva ed il fattore di forma. Tra le novità che balzano subito all’occhio vi è, finalmente, la presenza dello schermo OLED da 0,42 pollici, una batteria ed un cinturino leggermente rivisti ed un più raffinato algoritmo di tracciamento dei movimenti.

            Scopri tutto sul Mi Band 2 nella nostra recensione completa.

            xiaomi mi band 2
            Confronto generazionale: Dimensione e forma dell capsula in Xiaomi Mi Band 1 vs 1s vs 2

            Prima di tutto: Cos'è uno smartband o fitness tracker

            Xiaomi Mi Band 2: Confezione di vendita

            xiaomi mi band 2La confezione non cambia e rimane la stessa scatola di piccole dimensioni della scorsa edizione. Davvero sorprendente notare quanto una scatola così piccola sia ben disegnata, con spazi ottimizzati ed un sistema ad incastro molto stabile. Il cartoncino è molto robusto, e troviamo uno strato di gommapiuma nella parte interna del coperchio.

            Al suo interno troviamo il corpo di Mi Band 2, il bracciale in silicone nero, il cavetto di ricarica USB ed un piccolo manuale in lingua cinese.

            Xiaomi Mi Band 2: Design e materiali

            xiaomi mi band 2Mi Band 2 è costituito da un bracciale in silicone con fori per la regolazione sul polso e da una capsula impermeabile che racchiude i sensori.

            Non è, in fondo, così diverso da quanto ci aspettavamo: esso riprende del tutto il design della gamma, piacevole, semplice ed essenziale.

            In questa nuova versione troviamo però un look total black, che mette in risalto la capsula centrale di forma ellittica che, frontalmente, apporta due nuovi elementi: il display OLED da 0,42 pollici ed il tasto funzione soft touch, denominato Touch Key.

            xiaomi mi band 2

            Il display integrato è dotato di trattamento antigraffio, esso permette di visualizzare l’ora, le informazioni sulla batteria, il numero di passi e la frequenza cardiaca, oltre alla distanza percorsa ed alle calorie bruciate. E’ piccolo per via della sua diagonale da quasi mezzo pollice, ma non è del tutto scontato trovarlo su un fitner tracker, specialmente in una fascia di prezzo al di sotto dei 50 euro.

            Il tasto a sfioramento occupa invece la parte bassa della stessa faccia della capsula. E’ di forma circolare, con finitura metallica a cerchi concentrici e davvero molto bello da vedere. Cosa molto positiva, non tratiene mai impronte.

            xiaomi mi band 2

            Il cinturino è stato migliorato: esso offre un buon grip e risulta più morbido al tatto. E’ inoltre poco più largo (difficile da notare) e, nel punto di incastro della capsula, più solido, grazie ad un anello rigido che evita possa fuoriuscire dal suo alloggiamento. La chiusura del cinturino è la classica a bottone: troviamo un numero maggiore di fori per la regolazione rispetto al passato, con occhielli più stretti ma più facili da occupare.

            La vestibilità al polso risulta molto comoda e leggermente migliorata. Il braccialetto in silicone scivola meno, inoltre dà l’impressione di distribuire meglio il suo peso sul polso. Sfruttando una superficie dimi appoggio di poco maggiore di quella dell’ 1S, esso sembra infatti più leggero. Nell’uso prolungato durante l’attività fisica, questo si fa notare, ed il Mi Band 2 (a mio parere) stanca meno.

            Xiaomi Mi Band 2: Hardware a bordo

            xiaomi mi band 2
            Xiaomi Mi Band 2: Il rilevatore del battito cardiaco

            Come già detto in precendenza, la vera novità rispetto allo scorso modello è rappresentata dal display OLED, protetto da un vetro che ricopre tutta la parte superiore, appena sotto un visibile tasto soft touch con finitura metallica a cerchi concentrici, davvero bello.

            A livello hardware su Mi Band 2 troviamo un accelerometro con algoritmi migliorati per una maggiore precisione nel conteggio dei passi, dell’attività, del battito cardiaco e del sonno; un sensore ottico per monitorare la frequenza cardiaca (in tempo reale) e la certificazione IP67, che garantisce il funzionamento del dispositivo anche sott’acqua.
            Anche la batteria integrata ha subito un incremento a 70 mAh, che offrono fino a 20 giorni di autonomia mentre il peso totale (della capsula) è stato contenuto in soli 7 grammi.

            Xiaomi Mi Band 2 è compatibile con la seconda generazione a basso consumo del Bluetooth 4.0 Low Energy che garantisce una connessione più veloce e stabile con lo smartphone.

            Xiaomi Mi Band 2: Caratteristiche tecniche

            Espandi / Chiudi

            Xiaomi Mi Band 2: Software

            mi band 2 - braccio

            Mi band 2 integra un firmware che ci permette di visualizzare direttamente dal prodotto notifiche ed alcune informazioni sulla propria attività, oppure avviare sensore del battito cardiaco per iniziare una rilevazione.

            Tutta la gestione delle funzioni smart e fitness rimane legata comunque alla applicazione companion dedicata Mi Fit disponibile sia su piattaforma Android che iOs ed è reperibile ufficialmente nei relativi store. Le funzionalità presenti sono le stesse viste con Mi Band 1 ed 1S. Troviamo però due nuove voci: una per l’attivazione della gesture di wake-up ed un altra per l’abilitazione dei dati visualizzabili dal display oled del Mi Band 2.

            La gestione tramite l’pplicazione Mi Fit

            Nella prima schermata troviamo i dati relativi allo stato attuale della nostra attività fisica con il numero dei passi realizzati, i chilometri percorsi e le calorie bruciate. Sotto questi ultimi ci sono i dati del sonno, del peso e del battito cardiaco, per concludere con una statistica ad istogrammi degli degli ultimi giorni.

            xiaomi mi band 2

            Nella seconda schermata vi è la voce Riproduci, relativa alle notifiche. Le applicazioni che si possono scegliere non sono tutte su Android, inoltre molte di esse condividono lo stesso simbolo di notifica sul piccolo display oled.
            Troviamo qui, inoltre, le notifiche per chiamate, sveglia, inattività, SMS ed obiettivo di fitness raggiunto.

            Dall’applicazione è possibile accedere al proprio profilo Xiaomi, trovare altre Mi Band con una funzione dicovery e aggiungere amici da seguire.

            xiaomi mi band 2    xiaomi mi band 2 - profilo

            Xiaomi Mi Band 2: Funzioni Fitness

            La rilevazione dei passi è molto affidabile e, rispetto al Mi Band 1S, si ha finalmente un numero di step più ragionevole a fine giornata, per una differenza del -10% circa. Ottimo passo avanti, a mio parere, ottenuto da parte di Xiaomi nell’implementare il nuovo algoritmo sul Mi Band 2, per il conteggio dei passi. Manca ancora purtroppo i riconscimento delle altre attività, prima tra tutte la biciletta.

            Lieve miglioramento anche per il monitoraggio del sonno che, in seguito all’installazione di Mi Fit beta e dell’update del firmware dello smartband, non scambia più come sonno l’inattività dopo le ore 22:00.

            Per quanto riguarda la funzione misurazione del battito cardiaco, c’è da dire che l’esecuzione della mirazione da Soft Key fallisce (sempre) se siamo in movimento, ma rimane molto precisa se fatta da fermi, e mantiene un gap di circa 2/3 bpm rispetto al l’1S. Parlerò tuttavia della modalità corsa più in basso.

            Xiaomi Mi Band 2: Smart Lock

            Segnalo infine una delle opzioni che più vi legherà all’utilizzo quotidiano del vostro Mi Band: la funzione Smart Lock.
            Questo sistema di sblocco intelligente permette di utilizzare lo smartband come dispositivo attendibile, e vi permetterà di sbloccare lo smartphone invece di inserire il codice di accesso.
            E’ una funzione presente su Android, e va attivata dalle impostazioni del vostro smartphone (Lollipop o MarshMallow). Lo sblocco a volte non è immediato ma funziona bene ed una funzionalità che si lascia apprezzare.

            xiaomi mi band

            Xiaomi Mi Band 2: Mi Fit (beta) e modalità corsa

            Installando l’ultima beta dell’applicazione Mi Fit v2.1.4 (scaricabile da apkmirror) il Mi Band riceve un update OTA che passa, ovviamente, per l’app stessa e la connessione Bluetooth, prima di arrivare allo smartband. Lo abbiamo ricevuto sia per il 2 che per l’1S.

            In questa versione di Mi Fit è assente la sincronizzazione con Google Fit, ma è presente la funzione corsa. Avviandola possiamo utilizzare il GPS dello smartphone, ed i sensori della smartband per la rilevazione di passi, distanza, ritmo e frequenza cardiaca su misurazione continua!

            xiaomi mi band 2   xiaomi mi band 2 modalità corsa

            xiaomi mi band 2 modalità corsa

            I dati registrati sono attendibili, ed è sorprendente scoprire questa modalità avanzata assente nella release ufficiale su Play Store.
            A parte i risultati positivi riscontrati, al momento questa modalità presenta alcuni bug, e per alcuni l’applicazione è andata in crash. Con la versione 2.1.4 non ho personalmente riscontrato problemi critici, ma questo è da vedere da smartphone a smartphone.

            Xiaomi Mi Band 2: Autonomia e ricarica

            xiaomi mi band 2

            La batteria montata sul Mi Band 2 è da 70 mAh, contro i 45mAh della precedente versione. Essa garantisce una buona autonomia e, tenendo conto della presenza del display, infatti, i consumi sono ottimizzati molto bene.

            Indossando sia il Mi Band 1S che il 2, ho notato infatti che il loro stato di carica scende in maniera uniforme. Il feedback della vibrazione spezzato e meno intenso del nuovo modello compensa il consumo del display, anche per via di una più intelligente gestione delle notifiche “ripetute”.

            Nulla può invece per il consumo generato tramite risveglio su movimento e sull’interazione da Touch Key, il cui utilizzo ripetuto porta da una autonomia (minima) di 3 settimane su Mi Band 1S ad una di 2 settimane su Mi Band 2, con utilizzo abbastanza stressante. Ho personalmente clonato l’app Mi Fit sul mio smartphone, attivato e ricevuto le medesime notifiche (whatsapp in abbondanza), effettuato running (1h) 3 volte a settimana ed attivato il sensore del battito cardiaco contemporaneamente su entrambi.

            L’autonomia può variare ovviamente in base al tipo di utilizzo, ma rimane un ottimo risultato, sia se paragonato alla concorrenza, sia considerando il beneficio in termini di esperienza d’uso che il display ed il tasto funzione apportano.

            La ricarica avviene in circa 30 minuti, via USB. Vi consiglio di collegarla alla porta usb del PC, per evitare di sottoporre a “stress” la batteria dello smartband.

            Xiaomi Mi Band 2: Conclusioni

            Xiaomi Mi Band 2 non rappresenta una rivoluzione: lo smartband della società cinese, come accaduto con il Mi Band 1S, si migliora per alcuni aspetti, mantenendo le peculiarità che lo hanno reso best seller della categoria.

            A mio parere, il display aggiunge davvero tanto, e nella vita quotidiana riesce ad offrire la stessa esperienza d’uso che potrebbe restuituire un qualsuiasi fitness tracker o smartwatch cinese pensato per il fitness.

            Si tratta quindi di un ottimo prodotto, che si colloca nella fascia di mercato tipica del low cost, ma che si fa rispettare per una elevata qualità costruttiva, una buona autonomia ed un completo parco di funzionalità.

            Contestualizzando Mi Band 2 al suo prezzo, tutte le imperfezioni di questo prodotto posssono essere giustificate. Le sue potenzialità, infine, sono molto buone, in quanto ci si aspetta certamente l’arrivo di accessori dedicati, di alcuni fix, e nuove funzionalità graze alle applicazioni di terze parti che potrebbero diventare compatibili.

            Xiaomi Mi Band 2: Disponibilità e prezzo

            Il dispositivo di Xiaomi è disponibile presso il noto store online Gearbest al przzo di 35€ grazie ad un codice sconto GBMI2.

            gearbest xiaomi mi band

            Codice sconto: GBMI2 Link all’acquisto

            Per ottenere lo sconto in fase di checkout bisogna digitare il codice sconto GBMI2.
            Per quanto riguarda la spedizione, come sempre vi consigliamo di scegliere l’opzione “Italy Express” che impiega dai 10 ai 15 giorni per la consegna tramite corriere Bartolini, senza alcun dazio doganale (per maggiori info leggi: Italy Express: spedizione senza dogana ).

            Continua a seguirci sui nostri canali social. Rimani aggiornato su altre iniziative, le ultime recensioni, le offerte ed i tutorials.

            [ PAGINA FACEBOOK ] [ GRUPPO FACEBOOK ] [ TWITTER ]

            [ INSTAGRAM ] [ TELEGRAM ] [ YOUTUBE ]